Siete sovraindebitati? La soluzione è chiedere un consolidamento dei prestiti

Siete intestatari di diversi tipi di prestito? Avete acquistato differenti categorie di oggetti (auto, mobili,...
p

Siete intestatari di diversi tipi di prestito? Avete acquistato differenti categorie di oggetti (auto, mobili, elettrodomestici …) e adesso vi ritrovate ad avere più debiti nei confronti della banca o finanziaria? Tutto ciò significa dover affrontare ogni mese differenti scadenze e diversi importi da versare al vostro creditore, con il rischio di poter creare un pochino di confusione o qualche dimenticanza. In questo caso, risulta opportuno, trasformare tutti i debiti in uno solo: cioè occorre “consolidare i prestiti”. La procedura non è difficile, basta recarsi presso la Banca di riferimento e avviare la pratica.

 

COSA SIGNIFICA CONSOLIDARE DEI PRESTITI
Tale operazione finanziaria permette di compattare le diverse somme che vi rimangono da pagare in un unico prestito.  Il vantaggio non è solo quello di ottenere una unica data di scadenza al mese per pagare la rata, ma, mediante il consolidamento dei prestiti diventa possibile far abbassare l’importo mensile della rata (anche del 50% o più) e ottenere, addirittura una liquidità aggiuntiva da parte dell’ente creditore. Naturalmente abbassare l’importo della rata significa allungare i tempi di restituzione del denaro che avete preso in prestito e ciò, di conseguenza, significa pagare più tassi di interesse. Per sapere come determinare i tassi di interesse in anticipo, per chiarirvi maggiormente le idee potete andare a vedere il sito http://www.mutuionline.it, nel quale i tassi vengono aggiornati costantemente in tempo reale.

 

QUANDO CONSOLIDARE
Pertanto, il consolidamento dei prestiti è indicato in tutti quei casi in cui esistano delle particolari difficoltà finanziarie, dovute, magari ad un sovra indebitamento. Il fenomeno colpisce milioni di famiglie nel nostro Paese, ma anche all’estero e si genere a causa del fatto che un soggetto o una famiglia, apre tanti piccoli prestiti (con delle rate minime) e non si accorge che essi, tutti insieme, vanno a superare le sue risorse economiche, almeno finché non è troppo tardi.

 

QUALI SONO I DEBITI UNIFICABILI
I debiti unificabili sono tutti quelli che rientrano nelle categorie di prestiti personali, tutti quelli che rientrano nel credito al consumo e quelli derivanti dalle carte di credito revolving. In genere ogni debitore può chiedere il consolidamento del prestito, tuttavia esistono delle differenze. Di fatti, il consolidamento debiti autonomi è fondato sulla dichiarazione dei redditi e quindi potrebbero non essere concessi se nell’anno di pertinenza si è verificato un sensibile calo del fatturato. Invece, nel caso dei cattivi pagatori o pignorati esiste solo una opportunità di ottenere un consolidamento del prestito: quello della cessione del quinto più delega. Per approfondire la conoscenza sui debiti unificabili è utile andare sulla pagina http://www.socialprestiti.it/.

 

E IN PIU’ POTETE IMMETTERE LIQUIDITA’
Inoltre, c’è da precisare che, se si intende chiedere un nuovo prestito del valore che non superi le 60.000,00 euro, allora la banca vi offrirà la formula del “prestito personale”. Se invece, la cifra supera tale importo vi verrà proposto un vero e proprio mutuo per il consolidamento dei debiti. Per avere tutte le informazioni che vi occorrono è opportuno visitare la pagina web http://www.consolidamentoprestiti.net/, in cui troverete tutto a riguardo.


email facebook rss
Ultimo aggiornamento: 31 ottobre 2014 | 10:13