untitled

Pass invalidi: la Corte di Cassazione dice no alle riproduzioni...

untitled

Disabili: La legge di stabilità 2014 e le principali novità

untitled

Congedi straordinari L. 104 le novità

1

Agevolazioni fiscali disabili 2013 – agenzia entrate

agevolazioni-invalidi

Invalidi agevolazioni acquisto auto agevolazioni legge 104

legge 104

Legge 104: agevolazioni lavorative

Elenco migliori società di servizi sanitari

cir-2-doblo

Benefici per l’acquisto di veicoli per le persone diversamente...

bonus-elettrico1

Bonus Elettricità Per Chi Usa il Respiratore

invaliditàcivile

Le nuove procedure per il ricorso dell’invalidità civile...

Aggiornato il 18 gennaio 2012 alle 11:01


AGEVOLAZIONI FISCALI
http://www.disabili.com/legge-e-fisco Tutte le leggi a favore
Agenzia delle Entrate Agevolazioni Fiscali + GUIDA PDF Download
Handylex Decreti, Leggi, Sentenze, Agevolazioni e Diritti

AGEVOLAZIONI LAVORATIVE
Handylex.org Agevolazioni lavorative e pensionistiche
Pernoi.iport.it Liste speciali, agevolazioni e assunzioni

SPESE MEDICHE & ATTREZZATURE
Disabili.com Agevolazioni Fiscali
Agenziaentrate Detrazioni spese mediche

AGEVOLAZIONI AUTOVEICOLI
ACI Agevolazione Veicoli
Disabili.com Acquisto auto
Agenziaentrate.it Autoveicoli
handylex.org Agev. Fiscali Auto
Contribuenti.it Agevolazioni per tipologia di Veicolo

AGEVOLAZIONI TRENITALIA
Tariffe agev. Clicca Info per chi viaggia -> Persone a mobilità ridotta

 

DOVE FARE DOMANDE A ESPERTI & MODULISTICA
TEL 848.800.444 _ Ag. entrate per i coordinatori che forniscono assistenza
Elenco coordinatori Agenzia Entrate per assistenza fiscale
http://www.lineaamica.gov.it
http://www.disabili.com/gli-esperti-rispondono
Moduli.it Moduli prestampati per diversamente abili

-

___________________________________________

FIGLI A CARICO
___________________________________________

Ad ogni figlio portatore di handicap vengono corrisposte le seguenti detrazioni: figlio con età inferiore ai 3 anni –> detrazione di 1.120 euro, figlio con età superiore ai 3 anni –> detrazione 1.020 euro.
[Se i figli sono più di tre la detrazione aumenta di 200 euro per ciascun figlio]

L’importo della detrazione varia al variare del reddito annuo per mezzo di una relazione inversa e si annulla nel caso in cui il reddito complessivo arrivi a 95.000 euro.

__________________________________________

ASSISTENZA PERSONALE
__________________________________________

Dal reddito complessivo si possono dedurre gli oneri versati per necessità di assistenza personale/familiare e per gli addetti ai servizi domestici. L’importo massimo di tale concessione è di 1.549,37 euro.
Nel caso in cui il reddito del contribuente non superi i 40.000 euro è per lui possibile detrarre il 19% delle spese per assistenza su un importo di 2.100 euro.

[Documentazione: E' necessaria la presenza di un documento come una semplice ricevuta rilasciata dall'assistente che provi la collaborazione in atto tra assistente e disabile. La documentazione deve essere munita di codice fiscale e dati anagrafici di entrambe le parti]

___________________________________________

SPESE SANITARIE
___________________________________________

Le spese mediche generiche e di assistenza specifica (infermieristica, riabilitazione, assistenza e terapia di base), sono detraibili per il loro intero ammontare dal reddito.
Le spese sanitarie specialistiche (analisi, prestazioni chirurgiche e specialistiche) sono invece detraibili per il 19% sulla parte eccedente i 129,11 euro.

____________________________________________

VEICOLI
____________________________________________

_1. Chi ne può usufruire

a. Non vedenti, ovvero tutti coloro che sono colpiti da cecità assoluta o il cui residuo visivo non è superiore ad 1/10 su entrambi gli occhi.
b. Sordi, nonché tutti i soggetti che lo siano dalla nascita o da un periodo antecedente all’apprendimento della prima lingua parlata.
c. Individui caratterizzati da handicap psichico o mentale che abbiano diritto all’accompagnamento, persone affette da limitazione grave della capacità deambulativa o da pluriamputazioni.
d. Disabili le cui capacità motorie sono ridotte o impedite del tutto.

_2. I veicoli coinvolti

I veicoli coinvolti nelle agevolazioni sono: autovetture, autoveicoli per il trasporto promiscuo, autoveicoli specifici, autocaravan, motocarrozzette, motoveicoli per il trasporto promiscuo, motoveicoli per trasporti specifici.

_3. Le agevolazioni

a. L’Iva per l’acquisto del mezzo è alla sua aliquota agevolata (4%).
b. Le spese per il solo acquisto si possono detrarre dall’Irpef per il 19% su un tetto massimo di 18.075,99 euro. A questo si aggiungono ulteriori spese detraibili quali quelle di manutenzione straordinaria effettuate entro i 4 anni dall’acquisto. Aliquota e importo massimo sono gli stessi del caso di compera di un’autovettura. Sono quindi escluse le spese sostenute per la modifica e l’adattamento del disabile che saranno, come più avanti vedremo, detraibili a parte.
[Se il disabile percepisce un reddito superiore a 2.840,51 euro è necessario che i documenti di spesa siano a lui intestati. Se invece il soggetto è fiscalmente a carico la documentazione può anche essere intestata a colui sul quale il disabile risulta a carico]
c. Esenzione bollo auto.
d. Esenzione imposta sui passaggi di proprietà.

_4. La documentazione necessaria

a. La certificazione medica

[Le ultime disposizioni dell'Agenzia delle Entrate hanno chiarito che tali verbali compilati dalle Commissioni mediche vanno chiaramente motivati nelle cause che spingono l'équipe medica a dichiarare lo stato di disabilità dell'individuo]

- Acquisto:
• Iva agevolata al 4%
• detrazione Irpef al 19%
• esenzione del bollo
• esenzione della tassa sul passaggio di proprietà (I.P.T.)

- Contrassegno:
Chi abbia difficoltà di deambulazione può ottenere un contrassegno valido in tutta Italia che permette di usufruire dei parcheggi riservati, tale contrassegno non è vincolato ad un determinato autoveicolo o subordinato al possesso della patente di guida della persona invalida.

- Consulenza telefonica ACI per persone disabili 0574 732525 (o 0574 732526 relativamente al bollo).

- Assistenza ACI per audiolesi consente di attivare procedure di soccorso attraverso l’invio di un sms.

 

b. La certificazione burocratica

- Per usufruire dell’agevolazione Iva è necessaria la dichiarazione del notaio attestante che nel quadriennio antecedente alla data di acquisto del mezzo non siano stati acquistati altri veicoli agevolati.
- Fotocopia dell’ultima dichiarazione dei redditi da cui si evince che il disabile è a carico di un familiare (qualora ci sia questa condizione).

__________

LAVORO
__________

- Collocamento mirato: attraverso l’assistente sociale in collaborazione con la Federazione Italiana Lavoro.
- Formazione: rivolgersi alla Federazione Innovazione e Lavoro.
- Inserimenti socio-terapeutico: rivolgersi all’assistente sociale.
- Agevolazioni lavorative per familiari e tutori di persone disabili che abbiano la certificazione di handicap grave: esiste la possibilità di accedere a permessi retribuiti per un ammontare di tre giorni mensili oppure per un congedo biennale nell’ambito della complessiva vita lavorativa (con una detrazione minima sulla pensione) oltre che a una serie di facilitazioni sulla scelta dell’orario e della sede lavorativa.

__________

BONUS
__________

- Energia elettrica: Bonus per l’abbattimento del costo annuo delle utenze elettriche per la singola persona o per il nucleo familiare di coloro che usufruiscono di apparecchi elettromedicali salvavita per un ammontare di € 150 indipendentemente dal calcolo ISEE
La richiesta di presentazione domande relative al 2009 scade il 30 aprile 2010.

_________

SALUTE
_________

- Ticket: esenzione totale per persone invalide al 100% o affette da patologia cronica o per persone affette da malattie rare con attestazione del medico presso l’ufficio amministrativo del presidio territoriale di riferimento.
Per l’esenzione dal pagamento dei farmaci si richiedono piani terapeutici individuali segnalati da un medico dell’Asl e, eventualmente confermato dal medico di base attestati dall’uffico amministrativo dell’Azienda USL4.

- Riabilitazione (A.F.A.): è possibile accedere a percorsi di Attività Fisica Adattata Speciale coordinati dalla Regione Toscana con un contributo minimo. Rivolgersi al Presidio Territoriale dell’Azienda USL di riferimento.

____________

SCUOLA
____________

- Trasporto scolastico: i singoli Comuni della Provincia offrono agli studenti disabili servizi gratuiti di trasporto scolastico che è usufruibile sia per un solo viaggio (solo viaggio di andata o di ritorno) sia per entrambi.

- Individuazione delle esigenze dell’alunno: rivolgersi alla Aziensa USL per la richiesta della “individuazione di handicap” e la redazione della “diagnosi funzionale” da trasmettere alla scuola secondo l’ordine e grado.

- Nel caso di sospetti Disturbi Specifici di Apprendimento (S.D.A.) è possibile ricevere una visita specializzata presso il Giovannini dell’Azienda USL 4 di Prato.

- L’Inps eroga l’indennità mensile di frequenza a invalidi civili minorenni, per facilitare l’inserimento nelle scuole, nei centri di formazione o di addestramento professionale e nelle strutture educative, riabilitative e terapeutiche accreditate.

_________________

TEMPO LIBERO
_________________

- Vacanze:
a) estate ragazzi: ragazzi diversamente abili tra i 3 e i 14 anni (fino a 18 in caso di residenziale e fino a 21 in caso di handicap grave) possono essere inseriti nell’ambito dei campi estivi organizzati sotto l’egida di “Estate Ragazzi” (o anche altri campi estivi se coprono un’esigenza specifica). Il Comune offre un buono per le spese per l’operatore di sostegno.
b) rimborso: nel 2010 per ISEE relativi al 2009 inferiori a € 8.998,91 di rimborso per il solo disabile, ovunque decida di trascorrere le vacanze tra maggio e settembre a condizione che venga presentata ricevuta intestata con specificazione del disabile (anche se è figlio e la ricevuta è intestata al genitore) che ha soggiornato fino a un massimo di € 250,00.

- Musei e teatri: le persone con invalidità del 100% possono richiedere la carta Città MIA rilasciata dalla Circoscrizione di riferimento è possibile accedere a alcuni teatri e musei sul territorio di Prato.

- Sport: Esenzione accesso agli impianti sportivi comunali (stadi, piscine e altro) per disabili 100% con accompagnatore.
Riduzione della quota di accesso per disabili tra 66% e 99% con disagio sociale (Isee minore € 5.956,6 per il 2008).
E’ necessario ritirare la tesserina presso l’Ufficio Sport del Comune.

___________________________________________

ALTRI MEZZI E SUSSIDI
___________________________________________

a. L’Iva per l’acquisto dei sussidi tecnici ed informatici è al 4%.
b. Detrazione dall’Irpef del 19% per le spese sostenute nell’acquisto di sussidi tecnici ed informatici volti a favorire l’autosufficienza.

[Documentazione: In questo caso è necessaria la prescrizione autorizzativa rilasciata dall'apposito medico dell'ASL che attesti il collegamento tra la menomazione e il sussidio e in allegato un certificato rilasciato dall'ASL che attesti l'invalidità e la sua permanenza]

c. Detrazione delle spese di acquisto e mantenimento del cane guida [riservato ai non vedenti].
d. Detrazione dall’Irpef del 19% relativamente alle spese affrontate per i servizi di interpretariato [riservato ai sordi].
e. Detrazione del 19% con franchigia di 129,11 euro per l’acquisto di poltrone e apparecchi per inabili e minorati, per la compera di arti artificiali per la deambulazione, per la costruzione di rampe volte ad eliminare le barriere architettoniche (in quest’ultimo caso la detrazione si applica solo sulla parte eccedente la quota di spesa già colpita dalla detrazione del 36%).

ESENZIONE ICI SULLA PROPRIA CASA PER CHI E’ IN CASA DI CURA
Per il disabile proprietario di un immobile che pero’ risiede in una casa di cura, e’ facile che il Comune preveda la possibilita’ di non perdere i benefici “prima casa” (che, ricordiamo, in questo caso e’ intesa come casa di abitazione, residenza), relativi all’ICI, ovvero l’esenzione totale.

IVA RIDOTTA SU ACQUISTO POLTRONE, CARROZZINE, SERVOSCALA
E’ applicabile l’iva al 4% anziche’ al 20% sugli acquisti di poltrone, veicoli simili anche con motore o altro meccanismo di propulsione, compresi i servoscala e altri mezzi simili atti al superamento di barriere architettoniche, effettuati per soggetti con ridotte o impedite capacita’ motorie.

___________________________________________________

ABBATTIMENTO DELLE BARRIERE ARCHITETTONICHE
___________________________________________________

Le spese sostenute fino al 31 dicembre 2012 per la realizzazione di impianti finalizzati all’abbattimento delle barriere architettoniche sono detraibili per la quota del 36%.

E’ possibile fruire sino al 31 dicembre 2012 delle spese effettuate per ristrutturazione edilizia. In particolare possono usufruire della detrazione al 36 per cento le spese sostenute per eliminare le barriere architettoniche, come montacarichi o ascensori, e tutte quelle effettuate per la realizzazione di strumenti che attraverso la comunicazione, la robotica ed ogni altro ausilio riescano a favorire la mobilità interna ed esterna delle persone portatrici di handicap grava, ai sensi dell’ art. 3 della legge n. 104 del 1992. Occorre ricordare che la detrazione del 36 per cento per spese di ristrutturazione non è fruibile contemporaneamente alla detrazione del 19 per cento a titolo di spese sanitarie riguardanti i mezzi necessari per il sollevamento del disabile. Occorre ricordare che la detrazione compete per le spese sostenute sui beni immobili e che invece non riguarda l’ acquisto di beni mobili o strumenti anche se diretti a favorire la comunicazione e la mobilità interna ed esterna. Tali beni sono infatti inseriti all’ interno delle spese per ausili tecnici ed informatici per i quali è comunque prevista la detrazione del 19 per cento.

La sostituzione dei gradini con delle rampe, sia in edifici che in singole unità immobiliari, è comunque considerato un’ intervento che determina il diritto alla detrazione se è conforme alle prescrizioni tecniche previste dalla legge sull’ abbattimento delle barriere architettoniche ( come ad esempio la realizzazione di un’ ascensore esterno al di fuori dell’ edificio). In questi casi si applica anche l’ iva agevolata al 4 per cento invece dell’ imposta sul valore aggiunto per cento.

_____________________________________

DONAZIONI & EREDITA’ A FAVORE DI DIVERSAMENTI ABILI
_______________________________________________

Per il pagamento dell’ imposta di donazione e successione, se l’ erede o il donatario è una persona con handicap grave ( riconosciuta ai sensi della legge n. 104 del 1992 ) l’ imposta viene applicata sul valore della quota o del legato per la parte che supera l’ ammontare di 1.500.000 euro.

Domanda : Le persone con handicap titolari della Legge 104/1992, possono comprare beni di facile consumo (ad. es. lavatrice, frigorifero, divano) con le agevolazioni fiscali previste per i disabili, pagando l’IVA ridotta?
Risposta
:

La LEGGE 5 febbraio 1992, n. 104, in via generale, non dà diritto ad agevolazioni sull’acquisto di beni di facile consumo, quali lavatrici, frigoriferi, ecc., in quanto condizione necessaria al diritto è la sussistenza di un collegamento funzionale fra il tipo di menomazione/disabilità e il tipo di prodotto da acquistare. Il collegamento funzionale viene stabilito solo dallo specialista dell’Azienda USL che rilascia la prescrizione autorizzativa, qualora ritenga che, fra il prodotto e il tipo di disabilità, ci sia quel rapporto. Solo se si è in possesso della prescrizione autorizzativa si può fruire dell’IVA agevolata. In ogni caso, l’Agenzia delle Entrate ha pubblicato una Guida alle agevolazioni fiscali per i disabili utile per individuare i beni che possono essere oggetto di agevolazione fiscale.


email facebook rss
Ultimo aggiornamento: 9 settembre 2014 | 9:43