Finanziamenti regione Lombardia – Contributi per le imprese agricole associate-

La Regione Lombardia ha pubblicato un bando che rende note le risorse disponibili del 2007/2013, al fine &hellip...
siarl

La Regione Lombardia ha pubblicato un bando che rende note le risorse disponibili del 2007/2013, al fine di sviluppare le infrastrutture di accesso, l’approvvigionamento energetico ed idrico ad fine di operare un  miglioramento delle aziende. È inoltre obiettivo aumentare la competitività delle imprese, che operano in montagna.

-

CHI SONO I DESTINATARI DEI CONTRIBUTI           

I soggetti beneficiari, dei contributi della Regione Lombardia, sono gli Enti Pubblici Territoriali,  i consorzi forestali, i consorzi di irrigazione e di miglioramento fondiario del territorio, i consorzi di bonifica, le imprese agricole associate.

-

REQUISITI DELLE IMPRESE AGRICOLE ASSOCIATE

Le imprese agricole associate sono le associazioni, realizzate al fine di operare un investimento comune, seppur conservando la propria identità giuridico fiscale, sia prima che dopo l’investimento stesso.

Le imprese devono essere legalmente costituite, titolare di partita IVA, iscritte presso la Camera di Commercio al Registro delle Imprese Sezione speciale, imprese agricole oppure nella Sezione Coltivatori diretti.

La forma associata deve sussistere prima e dopo la conclusione dell’investimento.

-

regione_lombardia

-

QUALI INTERVENTI SONO AMMESSI PER LE IMPRESE AGRICOLE ASSOCIATE

Tre sono le tipologie di intervento ammesse per le imprese agricole associate, che avranno diritto ai contributi, la prima riguarda la manutenzione straordinaria di acquedotti rurali e di opere irrigue che abbiano interesse comune, che siano al servizio delle imprese agricole stesse.

La seconda tipologia di intervento riguarda la costruzione di nuovi acquedotti rurali, e la terza tipologia d’intervento riguarda la costruzione di elettrodotti rurali di interesse collettivo.

-

QUALI TIPOLOGIE DI INTERVENTO NON SONO AMMISSIBILI

Se gli interventi riguardano invece spese relative all’IVA, ad investimenti oggetto di finanziamenti pubblici retti da normative regionali o nazionali ed anche comunitarie, oppure investimenti che siano datati precedentemente alla concessione del contributo, non saranno presi in considerazione.

Non sono ammessi gli interventi che riguardino la manutenzione ordinaria, l’acquisto di terreni o di fabbricati, ed investimenti di sostituzione.

-

IMPORTI AMMISSIBILI PER LE DIFFERENTI TIPOLOGIE DI INTERVENTO

Per la manutenzione straordinaria degli acquedotti rurali ed opere irrigue, sono ammesse spese, per ogni progetto, non inferiori a 25.000,00 euro e non superiori a 150.000,00 euro.

Per la costruzione di nuovi acquedotti rurali ed opere irrigue, l’importo, relativo ad ogni progetto, sarà pari ad una cifra minima di 25.000,00 euro e massima di 200.000,00 euro.

Sarà così concesso l’80% delle spese ammissibili, agli enti territoriali ed i Consorzi di irrigazione e di miglioramento fondiario, così anche per i Consorzi di bonifica anche di II grado.

Invece sarà concesso il 60% del contributo in conto capitale alle aziende agricole associate.

Per la terza tipologia di intervento, cioè quella relativa alla costruzione di elettrodotti rurali, che abbiano interesse collettivo, la spesa ammissibile sarà di 25.000,00 euro come importo minimo, a 150.000,00 importo massimo. In questo caso sarà ammesso in conto capitale il 60% per gli enti territoriali ed 40% per le imprese agricole associate.

-

MODALITA DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA PER I CONTRIBUTI DELLA REGIONE LOMBARDIA

Regolato il proprio fascicolo aziendale, la domanda di richiesta di contributi, potrà essere inviata telematicamente attraverso il SIARL, sul sito della Regione Lombardia, sezione Agricoltura.

Il SIARL è il Sistema Informatico Agricolo della Regione Lombardia che gestisce il progetto online. Così che il soggetto richiedente otterrà una ricevuta, con la data di presentazione della domanda di contributi. All’Ente Competente dovrà essere recapitata anche in forma cartacea, la stessa domanda, entro dieci giorni dalla data di chiusura del termine dell’avvio della procedura telematica.

-

LINK UTILI
Regione Lombardia

http://www.regione.lombardia.it

Sezione Agricoltura e SIARL

http://www.agricoltura.regione.lombardia.it

-


email facebook rss
Ultimo aggiornamento: 13 aprile 2014 | 9:25